• S.Pellegrino

Barzellette

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il professore allo studente:

– Mi dica… quali sono le condizioni indispensabili per la sopravvivenza della razza umana?barezellette1

Lo studente, sicuro di sé:

– Cibo, acqua e senso dell’umorismo.

– E le donne?
– E’ lì che ci vuole senso dell’umorismo…

 

 

1

A New York è stato appena aperto un nuovo negozio dove le donne possono scegliere e comprare un marito.

All’entrata sono esposte le istruzioni su come funziona il negozio:

* Puoi visitare il negozio solo una volta.

* Ci sono 6 piani e le caratteristiche degli uomini migliorano salendo.

* Puoi scegliere qualsiasi uomo ad un piano oppure salire al piano superiore.

* Non si può ritornare al piano inferiore.

Una donna decide di andare a visitare il Negozio di Mariti per trovare un compagno.

Al primo piano l’insegna sulla porta dice: “Questi uomini hanno un lavoro”.

La donna non sta nemmeno a pensarci su, e decide di salire al successivo.

Al secondo piano l’insegna sulla porta dice: “Questi uomini hanno un lavoro e amano i bambini”.

La donna pensa “beh, siamo proprio al minimo sindacale” e sale al successivo.

Al terzo piano l’insegna sulla porta dice: “Questi uomini hanno un lavoro, amano i bambini e sono estremamente belli”.

“Wow” pensa la donna, ma si sente di salire ancora.

Al quarto piano l’insegna sulla porta dice: “Questi uomini hanno un lavoro, amano i bambini, sono belli da morire e aiutano nei mestieri di casa”.

“Incredibile”, esclama la donna, “posso difficilmente resistere!” Ma sale ancora.

Al quinto piano l’insegna sulla porta dice: “Questi uomini hanno un lavoro, amano i bambini, sono belli da morire, aiutano nei mestieri di casa e sono estremamente romantici”.

La donna è tentata di restare e sceglierne uno, ma alla fine decide di salire ancora e andare all’ultimo piano.

Arriva quindi al sesto piano. Qui c’è solo un monitor, che ha questa scritta: “Benvenuta! Sei la visitatrice N° 31.415.926 di questo piano. Qui non ci sono uomini: questo piano esiste infatti solamente per dimostrare quanto sia impossibile accontentare una donna. Grazie per aver scelto il nostro negozio”.

2

Una donna stava giocando a golf, quando colpì male la palla spedendola tra gli alberi. Andò allora nella boscaglia per recuperarla e trovò una rana in una trappola.

La rana le disse: “Se mi liberi, esaudirò tre tuoi desideri!”
La donna liberò la rana la quale disse: “Grazie! Però ho dimenticato di riferirti una condizione. Per qualsiasi desiderio che esprimerai, tuo marito riceverà la stessa cosa in valore dieci volte maggiore!” La donna rispose che la cosa le andava bene.

Come primo desiderio la donna chiese di diventare la più bella donna del mondo. La rana la avvisò: “Attenta! in questo modo anche tuo marito diventerà l’uomo più bello del mondo, in misura dieci volte maggiore, un Adone del quale tutte le donne si innamoreranno!”
Ma la donna rispose: “Non è un problema, perché io sarò la donna più bella e lui avrà occhi solo per me!”
Così, ZAM! Lei diventò la donna più bella del mondo.

Come secondo desiderio la donna chiese di essere la donna più ricca del mondo. Di nuovo, la rana la avvisò: “In questo modo tuo marito diventerà il più ricco del mondo, dieci volte più ricco di te!”, al che la donna rispose “Non importa, perché ciò che è mio è suo e ciò che è suo è mio…”
Di nuovo, ZAM! Lei diventò la donna più ricca del mondo.

La rana infine le chiese di esprimere il terzo desiderio, e la donna disse: Vorrei avere un leggero attacco di cuore…

Morale della storia: Le donne sono intelligenti. Non scherzare con loro.

3

Nel ridente e sereno paese di Geometria la Sfera passeggia tra i parallelepipedi dei palazzi e i coni dei cipressi.

Un Prisma a base esagonale passa vicino alla Sfera e la saluta cordialmente: “Buongiorno, signor Cubo”.
La Sfera risponde distrattamente “Buongiorno”, un po’ risentita per lo scambio di persona (pardòn, di figura).
Dietro una perfetta curva semicircolare ecco avanzare una Piramide, che prontamente saluta la Sfera: “Buongiorno, signor Cubo!”.
La Sfera comincia ad essere seriamente disturbata dalla cosa, ma risponde educatamente “‘ngiorno”.
Oltrepassato uno spigolo, il terzo incontro della giornata, il signor Troncodicono saluta cortese: “Buongiorno, signora Sfera”.
“Buongiorno, signor Troncodicono” risponde rincuorata la Sfera, pensando “Finalmente uno che non mi prende per il Cubo!”

Ero in autostrada, quando decisi di fermarmi all’autogrill per andare alla toilette.
Il primo bagno era occupato, quindi entrai nel secondo…
Appena seduto sulla tazza ho sentito una voce proveniente dall’altro bagno:
– Ciao, come va?
Non sono propenso a fraternizzare nei bagni, ma non so che mi è preso e alla fine ho risposto:
– Mah, si tira avanti…
E l’altro:
– E cosa fai di bello?
Ma guarda! Ho cominciato a trovare la situazione un po’ bizzarra e gli ho detto:
– Beh, quel che fai tu… sto facendo la cacca…
A quel punto il tipo irritatissimo:
– Senti, ti richiamo più tardi, c’è un idiota qui a fianco che risponde a tutte le mie domande!

Ecco la differenza tra i vari popoli.

Quando un tedesco non sa una cosa, la impara.
Quando un americano non sa una cosa, paga per saperla.
Quando un inglese non sa una cosa, ci scommette sopra.
Quando un francese non sa una cosa, fa finta di saperla.
Quando uno spagnolo non sa una cosa, chiede che gli sia spiegata.
Quando un greco non sa una cosa, ti sfida a chi ha ragione.
Quando un irlandese non sa una cosa, ci beve sopra.
Quando uno svizzero non sa una cosa, ci studia sopra.
Quando un italiano non sa una cosa, la insegna.

4

Un prete, un chirurgo ed un ingegnere vanno a giocare a golf.

Alla prima buca si ritrovano davanti un gruppo molto lento a finire la buca successiva e pertanto rimangono bloccati.
L’ingegnere si innervosisce e dice: – Ma insomma, io non ho tempo da perdere! Ma cosa fanno questi morti di sonno?
Il prete risponde: – Abbi pazienza figliolo, la pazienza è la virtù dei forti!
E il chirurgo: – Sei ansioso, domani ti prescrivo dei farmaci!
Vanno avanti così per alcune buche con il gruppetto che è sempre più lento, finché l’ingegnere diventa così insopportabile che decidono di chiamare il direttore del club. Questo arriva e spiega:
– Vedete, quei signori sono molto lenti a giocare perché sono ciechi!
– Come ciechi?
– Sì… sono dei pompieri. Un anno fa il nostro campo stava andando a fuoco e loro hanno fatto l’impossibile per spegnere l’incendio ma purtroppo in quell’occasione hanno perso la vista. Abbiamo allora deciso di permettergli di giocare gratis a vita nel nostro campo ogni volta che volevano!
Il prete: – Ma che anime gentili. E anche il suo gesto, direttore, è da elogio! Ne prenderò spunto per la mia predica di Domenica!
Il chirurgo: – Davvero, sono degli eroi. Sentirò il mio collega se sarà possibile fare qualcosa per loro per recuperare la vista!
E l’ingegnere: – Ma cavolo, ma perché non li fate giocare di notte???

Una madre entra nella camera della figlia e la trova vuota con una lettera sul letto. Presagendo il peggio, apre la lettera e legge quanto segue:
“Cara mamma, mi dispiace molto doverti dire che me ne sono andata col mio nuovo ragazzo. Ho trovato il vero amore e lui, dovresti vederlo, è cosí carino con tutti i suoi tatuaggi, il piercing e quella sua grossa moto veloce.
Ma non è tutto, mamma: finalmente sono incinta e Abdul dice che staremo benissimo nella sua roulotte in mezzo ai boschi. Lui vuole avere tanti altri bambini e questo è anche il mio sogno.
E dato che ho scoperto che la marijuana non fa male, noi la coltiveremo anche per i nostri amici, quando non avranno la cocaina e l’ecstasy di cui hanno bisogno.
Nel frattempo spero che la scienza trovi una cura per l’AIDS così Abdul potrà stare un po’ meglio: se lo merita!
Non preoccuparti mamma, ho già 15 anni e so badare a me stessa. Spero di venire a trovarti presto cosí potrai conoscere i tuoi nipotini. La tua adorata bambina.

P.S.
Tutte palle, mamma! Sono dai vicini. Volevo solo dirti che nella vita ci sono cose peggiori della pagella che ti ho lasciato sul comodino. Ti voglio bene!”

Scienziati inglesi hanno scavato per 50 metri e hanno scoperto piccoli pezzi di cavi di rame. Dopo averli analizzati, sono arrivati alla conclusione che gli antichi britannici avevano una rete nazionale di telefonia già 25.000 anni fa.
Agli Stati Uniti tutto ciò non è apparso così straordinario. Hanno chiesto ai loro scienziati di scavare più profondo. A 100 metri di profondità hanno trovato piccoli frammenti di cristallo che secondo loro formavano parte del sistema di fibra ottica nazionale che gli antichi americani avevano già 35.000 anni fa.
Gli scienziati italiani non si sono lasciati impressionare. Hanno scavato fino a 200 metri e non hanno trovato niente. Dunque sono arrivati alla ragionevole conclusione che gli antichi italiani già più di 55.000 anni fa avevano i telefoni cellulari.

5

Barezellette: Storia di una formica

Tutti i giorni, molto presto, arrivava in ufficio la Formica produttiva e felice.
Là trascorreva i suoi giorni, lavorando e canticchiando una vecchia canzone d’amore.
Era produttiva e felice ma, ahimè, non era supervisionata.
Il Calabrone, gestore generale, considerò la cosa impossibile e creò il posto di supervisore, per il quale assunsero uno Scarafaggio con molta esperienza.
La prima preoccupazione dello Scarafaggio fu standardizzare l’ora di entrata e di uscita e preparò pure dei bellissimi report.
Ben presto fu necessaria una segretaria per aiutare a preparare i report, e quindi assunsero una Ragnetta, che organizzò gli archivi e si occupò del telefono.

E intanto la formica produttiva e felice lavorava e lavorava.
Il Calabrone, gestore generale, era incantato dai report dello Scarafaggio supervisore, e così finì col chiedere anche quadri comparativi e grafici, indicatori di gestione ed analisi delle tendenze.
Fu quindi necessario assumere una Mosca aiutante del supervisore e fu necessario un nuovo computer con stampante a colori.

Ben presto la Formica produttiva e felice smise di canticchiare le sue melodie e cominciò a lamentarsi di tutto il movimento di carte che c’era da fare.
Il Calabrone, gestore generale, pertanto, concluse che era il momento di adottare delle misure: crearono la posizione di gestore dell’area dove lavorava la Formica produttiva e felice.

L’incarico fu dato ad una Cicala, che mise la moquette nel suo ufficio e fece comprare una poltrona speciale. Il nuovo gestore di area ebbe bisogno di un nuovo computer e quando si ha più di un computer è necessaria una Intranet.
Il nuovo gestore ben presto ebbe bisogno di un assistente (Remora, già suo aiutante nell’impresa precedente), che l’aiutasse a preparare il piano strategico e il budget per l’area dove lavorava la Formica produttiva e felice.
La Formica non canticchiava più ed ogni giorno si faceva più irascibile. “Dovremo commissionare uno studio sull’ambiente lavorativo, un giorno di questi”, disse la Cicala.

Ma un giorno il gestore generale, al rivedere le cifre, si rese conto che l’unità, nella quale lavorava la Formica produttiva e felice, non rendeva più tanto.

E così contattò il Gufo, prestigioso consulente, perché facesse una diagnosi della situazione.

Il Gufo rimase tre mesi negli uffici ed emise un cervellotico report di vari volumi e di vari milioni di euro, che concludeva: “C’è troppa gente in questo ufficio.” E così il gestore generale seguì il consiglio del consulente e licenziò la Formica incazzata, che prima era produttiva e felice.

Morale:

Non ti venga mai in mente di essere una Formica produttiva e felice. E’ preferibile essere inutile e incompetente.
Gli incompetenti non hanno bisogno di supervisori, tutti lo sanno.
Se, nonostante tutto, sei produttivo, non dimostrare mai che sei felice. Non te lo perdoneranno.
Inventati ogni tanto qualche disgrazia, cosa che genera compassione.
Pero’, se nonostante tutto, ti impegni ad essere una Formica produttiva e felice, mettiti in proprio, almeno non vivranno sulle tue spalle calabroni, scarafaggi, ragnetti, mosche, cicale, remore e gufi.

Scavando un pozzo nel deserto israeliano, Giacobbe scopre un sarcofago contenente una mummia. Dopo averla esaminata, telefona al curatore di un museo di Gerusalemme:
– Ho trovato la mummia di un uomo morto 3000 anni fa per un attacco cardiaco!
– Non vedo come tu abbia potuto accertare questi particolari… comunque portala qui e vedremo!
Dopo una settimana Giacobbe riceve una telefonata dal museo:
– Hai ragione sia per quanto riguarda l’età della mummia che per la causa della morte! Ma come ci sei arrivato?
– Ecco, la mummia stringeva nel pugno un pezzo di carta che sembrava una ricevuta su cui era scritto: “100 scekel su Golia”!!!

– Perché i fisici sono noti per essere dei pessimi amanti?
– Perché quando hanno l’energia non hanno tempo e quando hanno il tempo non hanno l’energia!

– Papà, è vero? Ho sentito che in certi paesi in Africa un uomo non conosce la propria moglie finché non la sposa…
– Succede in tutti i paesi, figliolo!

 

6. Ora di cena a tavola: mamma, papà, tre figli e la nonna che sferruzza sulla poltrona.
Uno dei bambini a un certo punto chiede:
– Mamma, come sono nato io?
La mamma un po’ imbarazzata, improvvisa:
– Sai, un giorno è arrivata una bella e grande aquila e ha appoggiato un fagottino sulla finestra, ed eri tu!
La nonna continua a sferruzzare e alza un sopracciglio.
Allora il secondo bambino, incuriosito chiede:
– E io, come sono nato?
La mamma prosegue con lo stesso tema:
– Tu invece sei stato portato da un grande condor!
La nonna continua sempre a sferruzzare e alza l’altro sopracciglio.
Il terzo bambino ovviamente vuole sapere anche lui com’è nato. E la mamma:
– Un giorno è arrivata una bellissima cicogna e ti ha depositato sul davanzale della finestra!
La nonna smette di sferruzzare e bisbiglia sottovoce:
– Mi pareva infatti che fossero tre uccelli diversi!

Mamma, vado a vedere Jack lo Squartatore… torno tra un’ora e tre SQUARTI!

Mamma, mamma, quanto durano gli inseguimenti di polizia? – Zitto e corri!!!

Un bambino mentre guarda gli animali nel pollaio si gira verso il padre e dice:
– Papà… mamma può fare le uova?
– No! – risponde il padre – Ma come fa la gallina lei non la fa nessuno!

– Mamma, mamma… i miei compagni mi chiamano mafioso!!!
La mamma comprensiva:
– Domani vado a parlarne con la preside.
Il bimbo:
– Sì, ma fallo sembrare un incidente…

– Papà, perché i miei compagni di classe mi chiamano mostro?

– Mah… così su quattro piedi non ti saprei rispondere…

– Papà, papà, cos’è il cervello? – Zitto! Ho altro per la testa…

Scusa papà, ma perché tutti quelli che mi guardano mi sorridono? – Non ti sorridono, Cita, ridono!

Una signora si reca dal medico di famiglia con gli occhi pesti e il corpo ricoperto di lividi. Davanti al dottore ammette che le lesioni sono state provocate dal marito. E
questi le dice:
– Mah, pensavo che suo marito fosse fuori per lavoro!
– Ehh… anch’io lo pensavo…

Una donna francese va a farsi visitare dal ginecologo, un uomo decisamente affascinante. Non appena fatta sdraiare la donna, il dottore si accorge che sull’interno delle cosce la signora si è fatta
tatuare a sinistra Ibanez e a destra Pelous…
Il medico pensa che si debba trattare sicuramente di una tifosa di rugby quindi, da buon tifoso anche lui, fa una richiesta alla donna:
– Signora, non è che potrei dare un bacino su ciascuno affinché ci porti fortuna per la semifinale?
La signora accetta ben volentieri ed il ginecologo sfiora con le labbra le cosce della donna che, presa da un brivido di eccitazione fa:
– Dottore… e un bacino a Chabal non glielo diamo?!?

Un tizio con dei dolori ai genitali va dal medico che durante la visita esclama:
– Mio Dio, ma voi avete un testicolo di legno e uno d’acciaio!
E l’uomo:
– Perché, è grave?
E il dottore:
– Certo! Voi non potrete avere figli…
L’uomo allora si volge verso la sala d’attesa e grida:
– Pinocchio, Robocop, venite qua da papà!

Una donna entra in farmacia e chiede se hanno dei preservativi formato extra-large. Il farmacista le risponde prontamente:
– Certo che ne abbiamo! Ne vuole una scatola?
– No… ma le dispiace se aspetto qui in un angoletto finché non arriva qualcuno a comprarli?

– Dottore, sono molto preoccupata, perché mio figlio non smette di fare delle sculture con la sua cacca…
– Non si preoccupi, signora, in molti fanno così!
– Allora, mi rassicura dottore, perché la sua fidanzata è molto preoccupata!

Un dottore al suo paziente obeso:
– Se lei farà dieci chilometri al giorno per un anno arriverà sicuramente al suo peso forma!
Un anno dopo il paziente telefona al dottore:
– Dottore, la volevo ringraziare perché è stato come ha detto lei, ma ora ho un problema!
– E cioè?
– Che ora sono a 3.650 chilometri da casa!!!

Una donna dal dottore:
– Dottore, ho un problema. Ogni volta che mio marito fa all’amore con me quando raggiunge l’orgasmo fa un urlo spaventoso!
– Ma non mi sembra un gran problema…
– Sì, ma mi sveglia!

Il paziente:
– Infermiera, mi dia un bacio!
L’infermiera:
– No.
Il paziente:
– La prego, infermiera, mi dia un bacio.
– No di certo.
– Infermiera, andiamo, solo un bacio!
– Veramente non dovrei nemmeno stare stesa nel letto con lei!

Un tizio va all’ospedale a trovare un amico che aveva subito un piccolo intervento chirurgico. Entrato in camera rimane sorpreso dal via vai di infermiere che premurose lo accudiscono, chi accomoda i cuscini, chi rifa’ il letto, chi porta un dolcetto…
– Ma come mai tutte queste attenzioni? – domanda il tizio all’amico – Mi sembra che tu non stia poi così male…
– Sì è vero… ma si è sparsa la voce che per la mia circoncisione ci sono voluti 27 punti!

 

 

– Mia moglie ha fatto perdere al cane il vizio di mettere le zampe sul tavolo e di chiedere da mangiare mentre siamo a cena!
– E come ha fatto?
– Gliene ha dato un boccone…

Un verme torna a casa dal lavoro. Sua moglie:
– Caro, com’è andata al cimitero oggi? Cos’hai portato di buono da mangiare? Ho una fame…
Il verme:
– Ehm, cara, a dire il vero nulla. Sai, l’hanno cremato!
– Accidenti, che disdetta!
Il verme (trascinando in casa un sacco):
– Però abbiamo farina per tutto l’anno!

°°°°Scemo Chi non ride °°°°°°°°

 

MANIACO

Ho un’amica che un giorno ha visto un maniaco. Beh, ha corso corso corso… ma non è riuscita a prenderlo!
***************************************************************

CONVENTO

Una suora chiede un passaggio. Si ferma un macchinone guidato da una bella signora molto elegante. La suorina: -“Bella questa macchina, quanto l’ha pagata?” E la signora: -“Una notte d’amore”. La suora: -“Bella questa pelliccia, quanto l’ha pagata?” -“Una notte d’amore” -“E questo anello con diamante?” -“Una notte d’amore”. La suorina è arrivata al convento. Va nella sua stanza e si mette a letto. Verso mezzanotte bussano. -“Chi è?” -“Sono frate Gelsomino.” -“Vaffanculo te e le tue caramelle!”
***************************************************************

BABBO

una ragazza chiede a suo padre:-Papà,Papà puoi comprarmi dei nuovi vestiti?-Il papà risponde:-Se li vuoi mi devi fare un bocchino-.La ragazza accetta.Mentre lo sta facendo dice:-Papà,ma il tuo cazzo odora di merda!-Lui risponde:-Non è colpa mia se tuo fratello a Natale ha voluto il motorino!

***************************************************************

AL CONVENTO

In un convento le suore si confessano al vescovo…”io ho toccato il pene del sacerdote” e il vescovo “vai a lavarti le mani nell’acqua santa”…cosi altre 2-3 fino a quando arriva una suora che vede tutte le altre che si lavano le mani e capisce tutto e dice alle altre in fila per lavarsi…” levateve..fateme lava la bocca prima che qualcuna se lava il culo…”
**************************************************************

IN HOTEL

In hotel un uomo urta il seno d’una signora.
Lui: “Se il suo cuore è morbido come il suo seno saprà perdonarmi.”
Lei: “Se il suo uccello e duro come il suo gomito, stanza 241!!!”
**************************************************************

I 5 ANIMALI

Una donna nella vita ha bisogno di 5 animali:
un Jaguar nel garage,
una tigre a letto,
un visone sulla pelle,
un uccello tra le gambe
ed un asino che paga tutto!

**************************************************************

FLOCI

Un bambino cinese chiede alla mamma: “Mamma, chi sono i floci?”
“Sono pelsone malate”
“Malate glavi?”
“Inculabili”
**************************************************************

LEGNO E FERRO

Il dottore al paziente: “Incredibile, lei ha un testicolo di legno e uno di ferro!
Non ha mai avuto problemi?”
“No, ho due figli stupendi, Pinocchio va a scuola e Mazinga all’asilo!”

**************************************************************

I TRE SFIGATI

 tre uomini piu sfigati:
Romeo che andava a piedi anche se aveva una Giulietta,
Ulisse che ci mise 10 anni per conquistare una troia
e Geppetto perche fece un bimbo con una sega.
*************************************************************

STUDIO

Attualmente la medicina studia piu l’impotenza che l’alzheimer.
Tra 20 anni avranno tutti un pene durissimo ma non ricorderanno cosa farci…

************************************************************

AL MARE

Papà, mi compri il materassino a forma di bagnino?
– Ma non esistono.
– Ma come, la mamma dietro lo scoglio ne sta gonfiando uno

*************************************************************

GAY

In un incidente rimane coinvolto un gay e gli s’ infila un ombrello nel culo. La gente ” Aiutatelo poverino!!” e lui:” Toglietemi tutto tranne il mio ombreil!!”

*************************************************************

Erezione

Dottoressa, ho un erezione continua, giorno e notte, 24 ore al giorno, mi può dare qualcosa?”
“Vitto, alloggio e 1000 Euro al mese, di piu non posso

*************************************************************

DUE GAY A LETTO

Due gay stanno facendo l’amore:
“Sai caro, ho fatto il test e ho scoperto di avere l’aids…”
“Cosa?! E me lo dici cosi??!!”
“Scherzo… ma mi piace quando stringi il culo!!!”

*************************************************************

SOTTO LA DOCCIA

La moglie sorprende il marito che si masturba sotto la doccia e lo rimprovera.
Lui le risponde: “Potro pure lavarlo alla velocita che voglio!”
*************************************************************

PA HO AVUTO

Papa’ ho avuto il mio primo rapporto sessuale”
“E bravo il mio ometto! A quando il prossimo?”
“Quando mi sara’ passato il bruciore al culo!

*************************************************************

VECCHIETTO

Sulla spiaggia arriva un vecchietto cieco col bastoncino,  posa a tentoni la borsa, stende l’asciugamano, poi dalla sacca estrae una bambola di gomma e inizia a gonfiarla: “plop”, un braccio, “plop”, una gamba, “plo-plop”, due tette… Gli altri bagnanti protestano: -“A’ nonne’, ma che stai a fa’, gonfi na’ bambola de gomma fra i bambini?!”  Il vecchietto tasta la bambola ed esclama: -“Porca miseria, allora mi so’ scopato il canotto tutto l’inverno!”.
*************************************************************

ADAMO ED EVA

La prima cosa che Adamo ha detto ad Eva: -“Fatti indietro perchè non ho la più pallida idea di quanto può diventare grosso….” 

*************************************************************

A LETTO

Un’avvenente contadina cerca a tutti i costi di sedurre il ricco possidente del paese per farsi mettere incinta, per poi sposarlo. La contadina riesce a portarselo in un fienile… Dopo un amplesso selvaggio lei fa a lui massaggiandosi con dolcezza il ventre:  -“Allora… come lo chiamiamo nostro figlio?” Lui levandosi il preservativo e facendogli un nodo: -“Se riesce ad uscire da qui lo chiamiamo MANDRAKE!!”
*************************************************************

COSA HO QUI

Una bambina di 5 anni va dalla mamma e le chiede: -“Mammina, che cos’ho qui?” indicando in mezzo alle gambe. La mamma, un pò imbarazzata: -“Una farfallina, amore!” e la bambina: -“Ma proprio sulla fica!?”
*************************************************************

FAMIGLIA ROVINATA

La famiglia ‘rovinata’: La sorella dice al fratello: -“Scopi bene come papà” e lui -“Sì, lo so, me lo dice sempre anche la mamma!”
*************************************************************

SUORA

Una suora va dal ginecologo e gli spiega preoccupata che tutte le volte che fa il bidè trova dei francobolli nella passera. Il dottore la visita, guarda e dice: -“Ma che francobolli! Questi sono bollini Ciquita!
*************************************************************

BAMBINA

Un ragazzino mostra il suo cazzetto ad una bambina: -“Io ho questo e tu no!”. E la bambina per le rime sollevando la gonnellina: -“Ha detto mamma che di quelli io quando sarò grande ne potrò avere tutti quelli che voglio!”.
*************************************************************

SERRATURA

Una bambina passa davanti alla camera dei genitori e guarda dal buco della serratura: -“E dire che vogliono farmi vedere dallo psichiatra perchè mi succhio il pollice!”.
*************************************************************

NATALE

Due bimbi che parlano: -“Io per Natale mi faccio regalare un trenino elettrico, e tu?” -“Io una scatola di Tampax” -“E che è???” -“Non lo so, ma so che si può giocare a tennis, saltare, nuotare, sciare e tantissime altre cose.
*************************************************************

3 commenti:

  1. Se avete bisogno di assistenza ragazzi contattateci su : admin@sitorisate.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *